Domande e risposte

Panoramica delle tendenze video su Twitter

Abbiamo intervistato Ameet Ranadive, VP Revenue Product di Twitter, per conoscere meglio la sua visione riguardo ai video su Twitter. 

Il video advertising sta rapidamente diventando la soluzione più efficace per raggiungere audience passive, in particolare su piattaforme dinamiche come Twitter. Scopriamo con Ameet (@ameet) le sfide, i progetti e le aspettative di Twitter nell'ambito dei video e le prospettive del settore per gli inserzionisti.

Quali sono le tendenze di settore che al momento influenzano la produzione video?

@ameet: I dispositivi mobili sono i principali responsabili di una rivoluzione generale: miliardi di persone, al giorno d'oggi, portano in giro con sé, nelle proprie tasche, computer incredibilmente sofisticati e la connettività mobile sta diventando universalmente accessibile. Per questo motivo, sempre più video sono visualizzati su sempre più dispositivi, un trend dalla crescita senza precedenti. Dal 2013, infatti, la fruizione di video su dispositivi mobili, a livello globale, è aumentata del 170%.

Gli utenti, al giorno d'oggi, elaborano contenuti molto rapidamente (1,7 secondi sui dispositivi mobili, 2,5 secondi sui dispositivi fissi) e si aspettano di vedere contenuti pertinenti, su richiesta. Vogliono connettersi agli utenti, ai luoghi, agli eventi ed alle questioni che a loro maggiormente interessano. Infine, sta esplodendo, proprio ora, la tendenza del live video streaming, fonte di sconfinate ed inedite opportunità per lo storytelling aziendale.

Dal 2013, infatti, la fruizione di video su dispositivi mobili, a livello globale, è aumentata del 170%".

Ameet Ranadive, Director of Product, Twitter

Perché i video sono così importanti per Twitter?

@ameet: I video stimolano l'immaginazione degli utenti, perché ricchi di particolari e possibilità ed estremamente coinvolgenti, e l'obiettivo fondamentale di Twitter è proprio divulgare contenuti multimediali, altamente pertinenti. I consumatori amano scoprire e guardare video su Twitter; oltre la metà dei video di brand su Twitter ottiene le prime visualizzazioni entro 10 secondi dalla pubblicazione.

Questo tipo di contenuto multimediale mostra i più elevati e rapidi tassi di crescita: le visualizzazioni video sono aumentate di 220 volte, nell'ultimo anno, il che era impensabile. Gli utenti Twitter, inoltre, interagiscono di più, con i contenuti video. I video hanno sei volte più probabilità di essere ritwittati, rispetto alle foto, e tre volte più probabilità, rispetto alle GIF. Tutti questi aspetti fanno dei video strumenti particolarmente importanti, sempre più centrali, per le aziende, nella creazione di contenuti Twitter.

Una simile crescita nella fruizione e nella condivisione, senza dimenticare l'utilità e le performance dei video su Twitter, piattaforma dinamica in costante aggiornamento, giustifica il nostro impegno ed i nostri investimenti nel settore.

I video hanno sei volte più probabilità di essere ritwittati rispetto alle foto e tre volte rispetto alle GIF".

Ameet Ranadive, Director of Product, Twitter

Con tante piattaforme disponibili, perché le aziende dovrebbero affidarsi a Twitter, per i propri video?

@ameet: Due aspetti possono riassumere efficacemente i vantaggi di Twitter.

Twitter è la piattaforma più dinamica ed immediata, nel panorama social, ed è questa "vitalità" che garantisce risultati. Ogni volta che pubblica un messaggio su Twitter, l'azienda può contare su un ambiente ultra pertinente, coinvolgente, interattivo e affidabile, nonché ottenere risonanza e condivisioni impareggiabili. Dalle numerose ricerche condotte, abbiamo rilevato che la partecipazione emotiva decolla su Twitter, garantendo alle aziende risultati decisamente superiori rispetto alla norma online. Twitter, in una parola, funziona.

Il secondo vantaggio, particolarmente apprezzato dalle aziende, è rappresentato dalla nostra audience premium. Ogni mese, a Twitter accedono 800 milioni di utenti, un'audience massiccia, influente, sempre aperta alle novità, predisposta a scoprire idee e contenuti inediti.

Per monitorare la fruizione dei contenuti, tra cui i video di brand, nelle cronologie, abbiamo condotto un'analisi apposita, in collaborazione con Nielsen. Alcuni utenti, nonostante avessero guardato un video solo per pochi secondi, sono riusciti, in un momento successivo, a ricordarne ed associargli il brand corretto. È questa elevata predisposizione a ricevere che rende l'audience su Twitter tanto preziosa.

Su quali prodotti e soluzioni video Twitter riversa le maggiori aspettative per il futuro?

@ameet: Stiamo investendo molto, a vantaggio di consumatori, publisher e aziende. Per prima cosa, ci siamo concentrati sulla creazione di un'esperienza video più immersiva e su funzionalità di suggerimento dei contenuti che ne favorissero la reperibilità.

Sia per i consumatori che per i publisher, stiamo riducendo gli ostacoli alla produzione video, ripensando i limiti di lunghezza e mettendo a disposizione più strumenti di creazione e modifica.

Affinché le aziende possano sfruttare sempre più le opportunità offerte dai video, stiamo rendendone più agevole l'integrazione nelle campagne. Abbiamo iniziato a credere ed investire nei video circa due anni fa, con i Promoted Video, che consentivano di condividere video tramite Tweet.

Da lì siamo partiti per elaborare ed introdurre soluzioni, quali gli annunci pre-roll, che permettono alle aziende di allinearsi ai contenuti dei partner Amplify premium, tra cui BuzzFeed, Time e Fox Sports. Ho il piacere di annunciare, inoltre, che stiamo testando strumenti ancora più efficaci di pianificazione e targeting per le aziende. Riversiamo grandi aspettative sull'introduzione dell'acquisto di copertura e frequenza, che consentirà agli acquirenti video di acquistare e pianificare su Twitter facilmente, nello stesso modo in cui lo fanno su altre piattaforme.

Un altro obiettivo che ci siamo prefissati è accrescere l'offerta di formati creativi, per agevolare lo storytelling aziendale. L'anno scorso, abbiamo lanciato i Conversational Video e gli ScratchReel, con cui i contenuti multimediali diventano un punto di contatto ed interazione con i consumatori. A tale scopo, stiamo mostrando sempre più contenuti Periscope, direttamente su Twitter. Una soluzione che abbiamo rilasciato di recente, e della quale sono particolarmente entusiasta, è First View. Fondamentalmente, sfrutta l'homepage di Twitter per attirare l'attenzione sui video. Siamo stupefatti dal progresso quantitativo nei contenuti di qualità, ispirato da questi formati su Twitter.

Che dire dei risultati?

@ameet: Sappiamo quanto contino la misurazione ed il monitoraggio, per i marketer; a tale scopo, cerchiamo di agevolarli nella verifica dell'efficacia degli annunci video su Twitter, con l'integrazione completa di strumenti e risorse Nielsen DAR e Moat. Offriamo ammirevoli risorse di monitoraggio che semplificano, per le aziende, la misurazione delle performance, prima e dopo una campagna. Siamo pronti a investire su questo aspetto, per dimostrare il valore aggiunto rappresentato da un video su Twitter.

Ho il piacere di annunciare, inoltre, che stiamo testando strumenti ancora più efficaci di pianificazione e targeting per le aziende. Riversiamo grandi aspettative sull'introduzione dell'acquisto di copertura e frequenza, che consentirà agli acquirenti video di acquistare e pianificare su Twitter facilmente, nello stesso modo in cui lo fanno su altre piattaforme.

Com'è cambiato il modo in cui gli utenti guardano e interagiscono con i video?

@ameet: Qui viene il bello. Gli utenti guardano video su Twitter continuamente, ovunque si trovino. Il 92% delle visualizzazioni video Twitter avviene ad opera di utenti collegati da mobile, desiderosi, ovunque siano, di essere intrattenuti e di condividere un'esperienza.

Pensiamo, ad esempio, agli Oscar di quest'anno. Nonostante l'audience televisiva fosse una tra le più basse degli ultimi anni, la sola vittoria di Leonardo DiCaprio è riuscita a generare ben 44.000 Tweet al minuto. Il che dimostra che gli utenti seguivano lo show, ma su Twitter, guardando i video con i momenti salienti e condividendo pensieri e reazioni. Questo modello di consumo rispecchia ciò che accade su Twitter ogni giorno.

Simili livelli di interazione si verificano anche con i contenuti di brand. T-Mobile, ad esempio, ha realizzato un annuncio davvero divertente, avente per protagonista il cantante Drake. Prima ancora di trasmetterlo in TV, ha condiviso lo spot su Twitter con un Promoted Video. Il video, ad oggi, ha ottenuto oltre 27.000 Retweet e 42.000 Mi piace. Condiviso inizialmente dai follower di T-Mobile e dai fan di Drake, il video è poi stato ritwittato da svariati influencer e sempre più utenti, con il tempo, si sono uniti alla conversazione. Il fatto che un singolo annuncio sia riuscito ad ottenere una simile copertura mediatica virale dà da riflettere. Un supporto aziendale di tale portata è impensabile su qualsiasi altra piattaforma.

Il 92% delle visualizzazioni video Twitter avviene ad opera di utenti collegati da mobile, desiderosi, ovunque siano, di essere intrattenuti e di condividere un'esperienza".

Ameet Ranadive, Director of Product, Twitter

C'è un video su Twitter che, di recente, ti ha colpito?

@ameet: Adoro questo video di @StephenCurry30 che segna il canestro decisivo, sulla sirena dei supplementari, contro gli Oklahoma City Thunder.

L'impresa ha colpito perfino il fuoriclasse LeBron James, che ha pubblicato questo Tweet . In tempo reale, gli utenti hanno potuto commentare il virtuosismo, unendosi alla conversazione su Twitter.

Questo momento è magnifico ed emblematico: mostra come e quanto gli utenti interagiscono, condividono e si riuniscono su Twitter, per parlare di ciò che accade nel mondo.