Prospettive

6 suggerimenti per collaborare con dei creator alla tua prossima campagna

I creator sono il motore trainante di un brand.

"Circa il 40% degli utenti Twitter intervistati dichiara di aver effettuato un acquisto in seguito al Tweet di un influencer", secondo uno studio svolto in collaborazione con @Annalect. Dalla ricerca, pubblicata in primavera, è inoltre emerso che gli utenti di Twitter si fidano dei creator quasi quanto dei propri amici.

I creator apportano valore e livelli di interazione incredibili per ogni inserzionista, ma ingaggiarli richiede una buona dose di impegno e coordinazione. È per questo motivo che, nel 2013, è stata fondata @JoinNiche.

Niche mette in relazione i brand con una rete di oltre 35.000 di social media creator per creare contenuti interattivi. Ora, con oltre 600 campagne all'attivo, abbiamo scoperto che la collaborazione con i creator influisce in modo significativo sui risultati delle campagne.

Ecco alcuni highlight del primo semestre del 2016:

  • I Promoted Video di creator hanno permesso di ridurre il CPV del 36% rispetto ad altri video Twitter sponsorizzati e pubblicati dagli stessi inserzionisti.*
  • Le campagne di creator hanno prodotto un aumento medio dell'84% nella notorietà del brand.^
  • I contenuti di creator hanno determinato un aumento medio del 15,3% nelle intenzioni di acquisto.^

I contenuti dei creator rappresentano un metodo efficace per dare slancio alla tua campagna pubblicitaria, purché la relazione si sviluppi in modo corretto. Ecco sei suggerimenti su come scegliere i creator giusti per collaborare al meglio ed ottenere risultati strabilianti nella tua prossima campagna.

1. Una sola cosa, ma fatta bene.

Che si tratti di accrescere la popolarità del brand oppure il volume dei contenuti generati dagli utenti, è importante concentrarsi su un solo obiettivo di marketing per contenuto. Focalizzarsi su un obiettivo alla volta rende più semplice veicolare il messaggio e consente ai creator di esprimersi al meglio. Pensa al creator come ad un partner: offrigli la libertà creativa di cui ha bisogno per essere naturale e proporre contenuti che rispecchino il suo stile. L'interazione con l'audience ne trarrà enormi benefici ed il risultato di questa collaborazione saranno contenuti di qualità, in grado di raggiungere gli obiettivi desiderati.

2. Concentrati sul sottotitolo per stimolare un'azione.

I sottotitoli possono sembrare di secondaria importanza, ma sono in realtà essenziali: devono associare inequivocabilmente il brand al contenuto oppure stimolare l'utente con una call to action. Che estenda la narrazione del video, racconti un aneddoto divertente o formuli delle domande, un sottotitolo intelligente può davvero fare la differenza.

3. Adatta i contenuti ai diversi media e piattaforme.

I contenuti popolari su Vine e Twitter sono nettamente diversi da quelli di media tradizionali, come la TV. Questa condizione è valida soprattutto per contenuti brandizzati prodotti da creator. I video di breve durata sui social devono essere in formato nativo e personalizzati per ciascuna piattaforma. I creator sono veri esperti del settore e sanno quali contenuti utilizzare sui vari canali.

4. Dai risalto ai prodotti in modo naturale.

I contenuti brandizzati integrati risultano più efficaci se il prodotto si inserisce realisticamente nel racconto e non rappresenta, invece, una forzatura o un'aggiunta azzardata.

Se il prodotto viene illustrato fuori contesto o presenta troppe funzioni, risulterà fuori luogo nel feed integrato di un creator e raccoglierà un numero ridotto di Mi piace, risposte o Retweet.

5. Partnership genuine per contenuti genuini.

I creator sono milioni ma alcune caratteristiche fondamentali possono aiutare a capire se un creator è adatto a una determinata campagna di brand. Considera questi fattori: identificazione con il brand, qualità dei contenuti, dati demografici e ampiezza dell'audience di un creator.

@JoinNiche vanta decine di migliaia di creator in tutto il mondo e noi ti aiutiamo a trovare quelli più adatti al tuo brand ed alle campagne pubblicitarie delle agenzie partner.

6. Prosegui l'interazione.

L'interazione è un processo costante, fluido e continuo. Questo significa che la relazione marketer/creator non termina con la pubblicazione. C'è molto lavoro ancora da fare: rispondere ai commenti, ripubblicare ed interagire con i contenuti generati dagli utenti, condividerli sui canali proprietari e regolare in tempo quasi reale le spese per le inserzioni, in modo da ottenere maggiore risonanza per i contenuti.

Segui questi suggerimenti nella prossima campagna con i creator per intrattenere la tua audience, interagire con essa e stabilire una partnership di marketing davvero vincente.

Note a piè di pagina:
* In un sondaggio del 2016 su oltre 200 contenuti di dati Twitter interni.
^ In 10 case study "Nielsen Brand Effect".